Area Riservata


Accedi
Registrazione
Richiesta informazioni
  • Totale sessioni attive: 90
  • Utenti autenticati: 1
  • Visitatori: 89




Ultimo sondaggio:

Forum:

English Pages

Dalla parte di tutte e di tutti


Un tuffo oltre le barriere! Reportage video ricordo di Emozioni condivise a gennaio 2020

La RAI ha incontrato il progetto Pertinentemente in acqua. I suoi inviati Maria Valeria Vendemmia e Sergio Onida hanno trascorso una mattinata ricca di Emozioni condivise con i nostri “alunni Pertinenti”. È nato il servizio “Un tuffo oltre le barriere” che, insieme alla presentazione del progetto sono andati in onda nella trasmissione di RAI 3 - Buongiorno Regione Sardegna del 21 gennaio 2020.

“È la prima lezione. Sto insieme a Riccardo che ha di fronte due metri e mezzo d’acqua: ha paura, trema come una foglia! …. È giunta la terza lezione. Con il suo tubo osserva l’acqua dal bordo vasca: sembra camminare sopra una fune, attento e sospeso nel vuoto. Ecco improvvisamente “un tuffo oltre le barriere”! Sposta una quantità d’acqua pari al suo immenso sorriso da cui riemerge nella vita! Sorrido anch’io! È il perfetto opposto delle emozioni, è la ricchezza della vita!”. (M. Pisano)

Questo evento ha dato spunto per la ideazione e realizzazione di un Reportage di “Emozioni Condivise con RAI - BGR Sardegna” realizzato dal Coordinatore del progetto Prof. Massimo Pisano.
Gli alunni del nostro Istituto ringraziano tutta la Redazione della testata giornalistica di RAI 3 Sardegna per "aver dato valore alla nostra crescita" e per "l’alta sensibilità mostrata nella realizzazione del servizio".

Il Reportage è un semplice ricordo per i partecipanti del Progetto piscina "Pertinentemente in acqua" dell’I.P.S.S.S. "Sandro Pertini" CA.
 

“Sentire emozioni è ciò che rende la vita ricca.” “La capacità di riconoscere un sentimento nel momento in cui esso si presenta è la chiave di volta dell’intelligenza emotiva.” (Daniel Goleman)

Per vedere il Reportage “Emozioni Condivise con RAI - BGR Sardegna”: fai clic qui

Testo del Prof. Massimo Pisano, coordinatore del progetto